mercoledì 22 ottobre 2014

Primi sintomi della TAV

Nel progetto della TAV  ci sono due cave di prestito ghiaia da 1,3 e 3,3 milioni di metri cubi di ghiaia oltre ad un'area di miglialia di metri quadri, destinata alla logistica-betonaggio.  Questi "buchi" nella brughiera saranno scavati fino a profondità di -20metri e -6 metri.  Alla fine dei lavori saranno ricoperti per qualche metro di terreno vegentale ma resterà  l'effetto "buca".   Per una buona parte di percorso sul territorio del comune di Montichiari il tracciato sarà su fondazione sospesa a qualche metro di altezza. Pace alla paesaggistica.
Questi sono solo i primi sintomi della prossima trasformazione del territorio agricolo. Questi saranno solo gli "stuzzichini".....da digerire.

Il percorso della TAV variante di Montichiari.
















file alta risoluzione 11,5Mb    tav-montichiari.tiff