mercoledì 28 maggio 2014

La parola "COERENZA" questa sconosciuta.......

Molte persone continuano a chiamarci per sapere chi appoggeremo al ballottaggio del 08 giugno.Persone che non sentivamo da molto tempo adesso "resuscitano" telefonicamente dall'oblio per parlare con noi. Persone che mandano l'amico dell'amico per poter sentire se c'è qualche possibilità di incontro.
Fiancheggiatori di candidato che ci fermano al supermercato per domandarci "perchè ci opponiamo al cambiamento ?" 
Prima ci deridono, poi nel momento del bisogno si ricordano di noi, dicono che le nostre idee sono come le loro? E allora perchè non ci siamo mai confrontati prima?
 Voi come vi sentireste?

Noi siamo stati chiari ed immediati dopo  il termine dello spoglio delle ammministrative:  abbiamo fatto un comunicato stampa alla luce del sole.  Lo abbiamo inviato a tutti  i candidati al ballottaggio ed alla stampa locale. Molti però non si arrendono all'idea che rimaremo neutri e lasciamo decidere i cittadini chi sarà ad amministrarli per i prossimi 5 anni.
Chi deve decidere,  i cittadini o i partiti? Preferite definire tutto "a tavolino" senza scomodare la cittadinanza  ad andare alle urne?  Fate pure.
Tutti e  due gli schieramenti vogliono che prendiamo posizione a loro favore.  Vogliono ancora aggiungere un "simbolino di partito" sulla scheda del ballottaggio?   Vorrebbero il simbolo del  M5S sotto il loro nome?.
Non ne hanno già abbastanza di  5  e di 6/8  simboli ?   Nè vogliono degli altri?   Si deve vincere per le  idee e per i candidati  proposti o si deve vincere con metodo "parentopoli" o "candidatopoli" ?
Al ballottaggio i duellanti devono convincere non vincere. I nostri elettori sono lì  a loro disposizione, convinceteli !
Noi rispondiamo con una sola parola "COERENZA"  che ormai è divenuta parola sconosciuta ai più. 
Se prima prometti poi mantieni.  Se dai un  impegno  poi ti prodighi per onorarlo.  Se prima dici poi fai.  Male non fare nulla temere.

Se volevamo allearci con la Zanola lo avremmo fatto prima del 25 Aprile.  Se volevamo allearci con Fraccaro lo avremmo fatto prima del 25 Aprile.   Poi  si restia coerenti con la psosizione. Non ci si riorienta come una banderuola. La barra del timone rimane fissa sulla rotta.
Loro non comprendono che  non siamo un partito ma un movimento di cittadini che lavorano per i cittadini.
Non ragioniamo da "partito" e questo li fà impazzire perchè non capiscono. Non capiscono perchè "non mettiamo in vendita i nostri voti al mercato delle vacche"
Noi ragioniamo con la logica dei cittadini non dei partiti. Dovremmo vendere i voti ?
In cambio di cosa ?


Il voto è l'espressione dell'intelligenza del cittadino.  Dobbiamo metterla in vendita?
Questi vogliono che i cittadini siano una massa di "pecoroni" da guidare alle urne come un gregge. Non sottovalutate il cervello dei cittadini . Sapranno riservare amare sorprese agli arroganti.

In queste ore, girano i seguenti estratti  sulle pagine facebook
 Forse non siamo campioni nella comunicazione ma dire che vogliamo ASTENERCI al ballottaggio
mi sembra travisare la realtà.  Nel nostro comunicato stampa non c'è la parola "astensione" c'è la parola " partecipazione democratica" al voto, all'autodeterminazione dei popoli. 
 Noi diremo a tutti di andare a votare secondo i programmi, la serietà e la coerenza dei candidati.  
Accusarci di essere "complici" di  "un sindaco inaffidabile"  è arrivare leggermente sotto l'arroganza.  
Se qui a Montichiari c'è qualche "unto dal signore" che è in missione contro il male , si mostri.  
Per piacere non rubate le ns. parole: CONFRONTO.   
A  breve memoria è stato il ns. candidato sindaco Paolo Rossi ad inviare una lettera a tutti per una serata di confronto tra i 5 candidati sindaco in campagna elettorale.  Risposte?  Nessuna. 
Si vuole il "confronto" dopo il voto  ma prima lo si snobba.  Ancora una volta si richiama la parola "coerenza"
A noi piace il confronto in corrente continua non in corrente alternata quando fà comodo.  
Non si cominci a piangere che la sconfitta al ballottaggio dell 8 giugno sarà  per colpa del M5S Montichiari.  Il perdente sarà sconfitto dall'intelligenza dei cittadini che non sono "babbei" da condurre per mano.
I due candidati parlino con i 1249 elettori M5S e lì convincano della bontà delle loro proposte.
I 1249 voti non sono nostri ma sono dei cittadini. Convinceteli prego.  Non accusateci di  collaborazione con il nemico o di essere la causa della vostra sconfitta.  Prego. Attendiamo il 09 giugno per sapere quanti sono ancora disponbili al confronto ....vero.